I forum di Totus Tuus Maria Maria

Torna indietro   I forum di Totus Tuus > Quattro chiacchiere in famiglia > Laboratorio

Rispondi
 
Strumenti discussione
  #31  
Vecchio 03-03-2012, 18.11.26
L'avatar di aristide
aristide aristide non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 23-06-2008
Residenza: Livorno
Messaggi: 1,490
aristide aggiunge speranza alla carità verso di noi
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da deuterokanon Visualizza messaggio
Ringrazio per le risposte ma volevo solo capire un poco meglio la questione delle scuole "non commerciali" o "commerciali". IN che senso? Forse sono commerciali scuole come la Bocconi? Chiedo per chiedere...
Citazione:
Approfondendo esplicitamente la questione delle scuole, Monti ha ricordato che «non è propriamente corretto chiedersi» se esse «in quanto tali, siano esenti o meno dall’imposta municipale propria, bensì «domandarsi quali scuole possano essere esenti e quali, viceversa, siano soggette alla disciplina comune». «La risposta chiara ed inequivoca è la seguente – ha proseguito il premier –: sono esenti le scuole che svolgono la propria attività secondo modalità concretamente ed effettivamente non commerciali».
Non è facile capire perchè Monti, (secondo me volutamente) non è chiaro.
Parlare di "commerciale" è equivoco e ingannevole.
Una scuola paga lo stipendio agli insegnati, compra materiale didattico e mobili, la cooperativa che si occupa della mensa. A sua volta riceve il denaro delle rette. Per questo deve tenere un'amministrazione, emettere e ricevere fatture, pagare contributi pensionistici... etc. Svolge insomma un'attività economica e Monti che è preside alla Bocconi dovrebbe spiegarci meglio se per lui questa attività economica è da ritenersi "commerciale". Perchè per commerciale si intende una attività economica che ha lo scopo di ottenere un profitto, ma si può anche intendere una associazione che ha un bilancio, entrate ed uscite, introiti distribuiti come stipendi.
Forse Monti avrebbe fatto meglio a dare una risposta più "chiara e inequivoca" parlando di associazioni no-profit, cioè non "commerciali" in quanto, pur svolgendo un'attività economica, non hanno per statuto fine di lucro.
__________________
E' necessità et non si può far di manco
Rispondi citando
  #32  
Vecchio 03-03-2012, 23.48.00
mammadidario mammadidario non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 16-10-2007
Residenza: Milano
Messaggi: 1,000
mammadidario è sulla strada della carità fraterna
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

I poteri che Montimario rappresenta campano proprio sui distinguo sottili, che l’uomo comune non può cogliere: così si rende necessaria la presenza del tecnico.

Lui, che è un tecnico, può ben distinguere tra una ‘scuola commerciale’, una ‘scuola non commerciale’, una ‘scuola a fini di lucro’, una ‘scuola sottocommerciale con fini di lucro scorporabili dai soldi della riffa di fine anno’…

Conseguentemente può inventare altrettante categorie fiscali, che diventeranno altrettante leggi, leggine, pagine di codici, fiumi di inchiostro, adempimenti in più per i commercialisti, banalità da tradurre in tutte le seicentocinquanta lingue dell’UE, cioé pappa per il leviatano e melma che soffoca l’umanità.

Ormai credo che stare appresso ai suoi distinguo equivalga a stare al suo gioco. Non m'interessano. Però nella mia risposta precedente c'era una traccia per capire cosa intende nei suoi distinguo. Quelle "commerciali" saranno quelle che hanno le rette più alte, le più blasonate e antiche, quelle che - per motivi storici - occupano immobili nel centro delle grandi città. Poi verranno le altre: quelle saranno chiamate "semi-commerciali" o "diversamente commerciali" e saranno oggetto della fase due dello sterminio, che richiederà maggiori raffinatezze tecnocratiche.
__________________
Sara
Rispondi citando
  #33  
Vecchio 04-03-2012, 20.37.07
L'avatar di aristide
aristide aristide non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 23-06-2008
Residenza: Livorno
Messaggi: 1,490
aristide aggiunge speranza alla carità verso di noi
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da mammadidario Visualizza messaggio
I poteri che Montimario rappresenta campano proprio sui distinguo sottili, che l’uomo comune non può cogliere: così si rende necessaria la presenza del tecnico.
Angela Pellicciari, in molti suoi articoli, parte dei quali raccolti in un libro dal titolo “Risorgimento ed Europa” propone un parallelo interessante, che negli ultimi suoi articoli riguardano anche il governo di Monti e dei suoi amici eurocrati
La storica, che nei suoi libri ha evidenziato le ideologie ed i metodi dei liberali che fecero il Risorgimento, li ritrova negli attuali tecnocrati. I primi (ispirandosi al relativismo massonico) ritenevano di essere degli illuminati, una minoranza di “eletti” con la missione di “cambiare il popolo bue, liberarlo dall'oscurantismo e dalla superstizione della religione per governarlo in nome della “ragione”. Fatta l'Italia contro la volontà della quasi totalità degli italiani, volevano “rifare gli italiani”. E per farlo trovarono comodo espropriare la Chiesa e gli ordini religiosi, impedendo l'apostolato sociale della Chiesa e dei cattolici. con misure di confisca dei beni e abolendo ordini e confraternite religiose.
Oggi nell'Europa (e anche in Italia) i tecnocrati alla Monti, ispirandosi all'ideologia mondialista, tecnocratica e laicista, diretta erede di quella massonica, fanno lo stesso. Vogliono costruire un'Europa orfana del cristianesimo, togliendo spazio alla Chiesa ed alle opere cattoliche. Lo fanno perchè convinti anch'essi, come i liberali dell'Ottocento, di rappresentare l''elite" della ragione e del progresso, la minoranza illuminata incaricata di “riformare il popolo bue". Popolo che naturalmente non può capire ed al quale perciò non si danno troppe spiegazioni. L'importante per loro è che, attraverso operazioni verticistiche ed in barba ad ogni principio di consenso e di democrazia, da veri “illuminati”, riescano a “cambiare” il popolo incolto e in preda a idee oscurantiste e reazionarie (cattolici un primis)
Nell'Ottocento l'èlite dei “filosofi” educava i popoli (con le buone o le cattive). Oggi lo fa l'èlite dei “tecnici” che non può perdere tempo a ottenere il consenso dei sudditi, a dare troppe spiegazioni, ad assecondarli nei loro “vizi”, a curarsi delle opinioni della maggioranza. Sono troppo impegnati a far trionfare i lumi della ragione, del progresso.Perchè dovrebbero perdere tempo a darci troppe spiegazioni? Perchè dovrebbero farsi eleggere? Al potere non potrebbero arrivare facendosi eleggere. Loro sono già gli “eletti” che lavorano per “cambiarci” (come dice anche Monti) con o senza il nostro consenso.
__________________
E' necessità et non si può far di manco
Rispondi citando
  #34  
Vecchio 05-03-2012, 14.27.40
LucioFontana LucioFontana non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 30-09-2007
Messaggi: 2,093
LucioFontana ha disabilitato la reputazione
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Giusto per riordinare le idee, ripetendo cose già dette in questo ed altri thread sullo stesso argomento (forse sarebbe il caso di riunirli in un unico thread), e cogliendo da questo articolo (http://www.fattisentire.org/modules....ticle&sid=3666) citato tra gli “Aggiornamenti settimanali”:

– Bilderberg Group - esclusivissimo club [che] si ritrova segretamente ogni anno per decidere del futuro dell’umanità. Si tratta dei centrotrenta uomini più potenti e influenti del mondo riuniti in una stessa stanza, che guardie armate tengono lontana da occhi indiscreti. In più di cinquant’anni d’incontri è sempre stata vietata la presenza della stampa, non sono mai state rilasciate dichiarazioni sulle conclusioni degli intervenuti, e non è mai stato svelato l’ordine del giorno. […] Per comprendere meglio di cosa si tratti è sufficiente leggere quanto sul tema ha scritto William Vincent Shannon, […] prestigioso giornalista, redattore del New York Times e ambasciatore degli Stati Uniti in Irlanda durante la presidenza Carter (1977-1981): “I membri del Bilderberg stanno costruendo l’era del post nazionalismo: quando non avremo più paesi, ma piuttosto regioni della terra circondate da valori universali. Sarebbe a dire, un’economia globale; un governo mondiale (selezionato piuttosto che eletto) e una religione universale. Per essere sicuri di raggiungere questi obiettivi, i Bilderberger si concentrano su di un ‘approccio maggiormente tecnico’ e su di una minore consapevolezza da parte del pubblico in generale”.

– Trilateral Commission - “una specie di massoneria ultraliberista statunitense, europea e nipponica […] “un abile e coordinato sforzo per prendere il controllo e consolidare i quattro centri di potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico grazie alla creazione di una potenza economica mondiale superiore ai governi politici degli stati coinvolti”. […] il vero obiettivo della Trilateral [è] quello “di esercitare una pressione politica concertata sui governi delle nazioni industrializzate, per portarle a sottomettersi alla loro strategia globale”. […] “La cittadella trilaterale è un luogo protetto dove la téchne è legge e dove sentinelle, dalle torri di guardia, vegliano e sorvegliano. […] Il maggiore benessere deriva solo dai migliori che, nella loro ispirata superiorità, elaborano criteri per poi inviarli verso il basso”.

– Goldman Sachs - Per comprendere la reale natura di tale istituzione [è] sufficiente leggere sul Monde del 16 novembre 2011 (giorno dell’investitura di Monti) l’articolo di Marc Roche, corrispondente da Londra, dal titolo sintomatico: “La ‘franc-maçonnerie’ européenne de Goldman Sachs”. […] Per il Monde, Goldman Sachs funziona come la massoneria, in cui ex dirigenti, consiglieri ma anche trader della banca d’affari americana si ritrovano oggi al potere nei paesi europei chiave per la gestione della crisi finanziaria. In Europa Goldman Sachs si è fatta fautrice di una forma di “capitalismo delle relazioni”, e punta a piazzare i suoi uomini senza mai lasciar cadere la maschera. […] l’omologo greco di Mario Monti, il professor Lucas Papademos (anch’egli studi statunitensi), già vicepresidente della Bce (dal 2002 al 2010), e ora tecnocrate mandato a commissariare il governo ellenico, è un altro uomo Goldman Sachs. Oltre che – guarda caso – membro anche lui della Trilateral Commission. Il panorama si fa ancora più inquietante se si considera che l’uomo Goldman Sachs più potente in Europa è Mario Draghi.

_______________

Bene: di queste tre cosche è membro il nostro Presidente del Consiglio. La cosa che fa più impressione è che questi articoli, ed altri simili, corrono liberamente nel web; oltre ad esserci altri luoghi dove tali verità vengono pubblicamente diffuse (ho letto di un parlamentare inglese che in una seduta pubblica le ha sbattute in faccia al mariomonti). Eppure il popolo, e per primi i mezzi d’informazione (ma questi – ovviamente – li si comprende benissimo!) restano amorfi, inerti, come se dosi massicce di bromuro vengano iniettati nei cibi consumati quotidianamente dal popolo italiano (e – diciamo – europeo). Anzi, aumentano sempre più i cori di osanna al dio “che ci sta tirando fuori da questa crisi”, senza che ci si renda conto (poveri noi!) che se non la risolvono coloro che l’hanno provocata, questa crisi, chi potrebbe mai risolverla? “Montano e smontano il teatrino a loro piacimento”, per parafrasare la frase di un allenatore di calcio letta in questi giorni. Soltanto che, a crisi risolta, ci si troverà dentro ad un nuovo “ordine mondiale”, e prima ancora “europeo”, basato su (si rilegga bene quanto citato sopra dall’articolo) «un’economia globale; un governo mondiale (non eletto ma selezionato) e una religione universale», essendo stati consolidati «i quattro centri di potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico».

Lucio
Rispondi citando
  #35  
Vecchio 06-03-2012, 15.40.49
L'avatar di Nucciamia
Nucciamia Nucciamia non è connesso
Partecipante
 
Data registrazione: 13-09-2011
Residenza: Palermo
Messaggi: 160
Nucciamia è sulla strada della carità fraterna
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da LucioFontana Visualizza messaggio
Giusto per riordinare le idee, ripetendo cose già dette in questo ed altri thread sullo stesso argomento (forse sarebbe il caso di riunirli in un unico thread), e cogliendo da questo articolo (http://www.fattisentire.org/modules....ticle&sid=3666) citato tra gli “Aggiornamenti settimanali”:


Bene: di queste tre cosche è membro il nostro Presidente del Consiglio. La cosa che fa più impressione è che questi articoli, ed altri simili, corrono liberamente nel web; oltre ad esserci altri luoghi dove tali verità vengono pubblicamente diffuse (ho letto di un parlamentare inglese che in una seduta pubblica le ha sbattute in faccia al mariomonti). Eppure il popolo, e per primi i mezzi d’informazione (ma questi – ovviamente – li si comprende benissimo!) restano amorfi, inerti, come se dosi massicce di bromuro vengano iniettati nei cibi consumati quotidianamente dal popolo italiano (e – diciamo – europeo). Anzi, aumentano sempre più i cori di osanna al dio “che ci sta tirando fuori da questa crisi”, senza che ci si renda conto (poveri noi!) che se non la risolvono coloro che l’hanno provocata, questa crisi, chi potrebbe mai risolverla? “Montano e smontano il teatrino a loro piacimento”, per parafrasare la frase di un allenatore di calcio letta in questi giorni. Soltanto che, a crisi risolta, ci si troverà dentro ad un nuovo “ordine mondiale”, e prima ancora “europeo”, basato su (si rilegga bene quanto citato sopra dall’articolo) «un’economia globale; un governo mondiale (non eletto ma selezionato) e una religione universale», essendo stati consolidati «i quattro centri di potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico».

Lucio
Chiedo scusa per la mia "ignoranza" .. ma potrebbe gentilmente darmi qualche delucidazione sul perchè i mezzi di comunicazione "TACCIONO" .. in quanto per me non è comprensibilissimo .. e poi vorrei il suo parere su questo video .. che ho trovato molto "ESAUSTIVO" ..
http://www.youtube.com/watch?feature...&v=3Fyg4fugZyo

Dopo aver letto l'articolo da lei citato e visto questo video di denuncia, ho la netta sensazione che l'Italia e noi tutti siamo caduti tutti in una trappola preparata da tempo ..
Siamo solo delle marionette e il peggio è che non ce ne rendiamo conto .. solo in pochi hanno capito dove ci porterà questa barca .. ma anche se gridano, non hanno abbastanza voce per farsi ascoltare .. perchè?
Non esiste di fatto più la sovranità popolare .. non abbiamo più il potere di decidere niente .. è finita la democrazia?
Possibile che tutti i politici siano così ciechi .. ? Ma a che gioco stanno giocando .. o sono tutti sotto ricatto?
Lei che ha le idee molto più chiare delle mie, mi potrebbe aiutare a comprendere? La ringrazio. Un caro saluto, Daniela
Rispondi citando
  #36  
Vecchio 07-03-2012, 00.04.12
LucioFontana LucioFontana non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 30-09-2007
Messaggi: 2,093
LucioFontana ha disabilitato la reputazione
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da Nucciamia Visualizza messaggio
Chiedo scusa per la mia "ignoranza" .. ma potrebbe gentilmente darmi qualche delucidazione sul perchè i mezzi di comunicazione "TACCIONO" .. in quanto per me non è comprensibilissimo .. e poi vorrei il suo parere su questo video .. che ho trovato molto "ESAUSTIVO" ..
http://www.youtube.com/watch?feature...&v=3Fyg4fugZyo

Dopo aver letto l'articolo da lei citato e visto questo video di denuncia, ho la netta sensazione che l'Italia e noi tutti siamo caduti tutti in una trappola preparata da tempo ..
Siamo solo delle marionette e il peggio è che non ce ne rendiamo conto .. solo in pochi hanno capito dove ci porterà questa barca .. ma anche se gridano, non hanno abbastanza voce per farsi ascoltare .. perchè?
Non esiste di fatto più la sovranità popolare .. non abbiamo più il potere di decidere niente .. è finita la democrazia?
Possibile che tutti i politici siano così ciechi .. ? Ma a che gioco stanno giocando .. o sono tutti sotto ricatto?
Lei che ha le idee molto più chiare delle mie, mi potrebbe aiutare a comprendere? La ringrazio. Un caro saluto, Daniela
Cara Daniela,

nei forum, mi hanno insegnato fin dall'inizio, ci si dà del "TU".

I mezzi d'informazione, se tacessero, già farebbero un buon servizio al popolo. Il fatto è che cantando in coro col direttore d'orchestra seduto sullo scranno più alto dello Stato lo fuorviano, il popolo; e le poche eccezioni che suonano la musica giusta risultano invece, nel concento generale, quelle stonate.

Il mio computer non "apre" i video, per cui non so risponderti.

Per piacere, anch'io, non è che abbia le idee molto chiare. Qua non si tratta di essere ignoranti o istruiti: aiutamoci a vicenda per cercare di chiarircele. E soprattutto ricorriamo ad altri, loro sì veramente saggi.

Per esempio, sulla DEMOCRAZIA, qui c'è un testo di 2400 anni fa:

Quando in una democrazia il popolo, divorato dalla sete di libertà, è governato da cattivi coppieri che gliene versano a sazietà fino ad ubriacarlo; e quei governanti che, non essendo del tutto remissivi, resistono alla richiesta dei sempre più esigenti sudditi sono dichiarati scellerati ed oligarchici; accade allora che:

— chi si dimostra rispettoso dell’Autorità costituita, è definito uomo senza carattere e servo;

— il padre intimidito si fa simile ai figli e incomincia a temerli, ed i figli facendosi simili al padre finiscono col non aver più per lui alcuna soggezione né rispetto;

— il maestro teme ed asseconda gli allievi e costoro si fanno beffe di lui;

— i giovani, per farla breve, pretendono per sé la stessa considerazione dovuta agli anziani contrastandoli con le parole ed i fatti; e gli anziani, mettendo da parte quel contegno dignitoso conveniente alla loro età e con l’intento di non apparire autoritari e seri, ostentano atteggiamenti tipici dei giovani volendo apparire a loro simili;

— non più badando alla diversità dei sessi troppe libertà si prendono le donne nei confronti degli uomini e lo stesso fanno gli uomini nei confronti delle donne;

— perfino gli animali giungono ad un tale grado di libertà e di considerazione che finiscono per essere stimati alla stessa stregua degli esseri umani;

— per concludere, l’insieme di tutte queste cose influenzano in tal modo l’anima dei cittadini da renderli riluttanti ad accettare alcun obbligo imposto da leggi scritte o non scritte, tanto che di esse non si dànno più alcun pensiero.

In questo clima di eccessiva libertà, nel nome della libertà, non vi è più riguardo, né rispetto, per nessuno, e in mezzo a tanta licenza l’eccessiva libertà si muta in schiavitù; nasce infatti, e prospera, una nuova pianta:

La TIRANNIDE
Platone
“La Repubblica„ – Libro VIII
IV Sec. a. C

Bello eh? Sembra una descrizione della società di oggi: è contemplato perfino il fenomeno dell'animalismo. E in effetti le democrazie moderne hanno generato le peggiori tirannidi della storia (o totalitarismi, ancora peggio): centinaia di milioni di morti (ad essere tirchi più di cento milioni), e non in guerre tra stati nemici (queste hanno provocato altre varie decine di milioni di morti).

Platone veramente considerava la democrazia la peggiore forma di governo; e le democrazie di oggi sono ancora peggiori, perchè a questa situazione ben descritta da Platone esistente anche anni addietro, negli ultimi anni si è aggiunto questo po' po' di marasma che stiamo vivendo, i cui centri di controllo sono descritti in quell'articolo sul link di fattisentire.

Lucio
Rispondi citando
  #37  
Vecchio 17-04-2012, 11.07.27
L'avatar di aristide
aristide aristide non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 23-06-2008
Residenza: Livorno
Messaggi: 1,490
aristide aggiunge speranza alla carità verso di noi
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da gbalge Visualizza messaggio
..........il motto
Citazione:
Originalmente inviato da gbalge Visualizza messaggio
è paghiamo tutti, paghiamo meno e creiamo occupazione e serenità.....................
La discussione era iniziata con questo post. Assieme ad altri sostenevo che lo slogan non è veritiero. Infatti non è vero che se tutti pagassero le tasse il governo statalista le abbasserebbe, si limiterebbe ad incassare... e spendere di più. Siccome i migliori argomenti sono.........i fatti, che da se parlano più chiaramente di tanti discorsi, riporto l'ultimo fatto, cioè le ultime decisioni del governo in materia fiscale come è spiegato in questo articolo:
Citazione:
salta il fondo taglia-tasse nelle delega di riforma del fisco approvata dal consiglio dei ministri. La misura prevedeva di destinare i proventi della lotta all’evasione a futuri sgravi fiscali ma nella nota di Palazzo Chigi non ce ne è traccia. E il governo cerca di rendere più dolce l'ennesimo boccone amaro spiegando che "la delega verrà attuata a parità di gettito e quindi non si attende alcun aumento di pressione fiscale. Ovviamente - prosegue la nota di Palazzo Chigi - razionalizzare il prelievo in funzione dell'equità e della rimozione di distorsioni comporterà una redistribuzione del prelievo, ma questa resterà confinata all'interno dei singoli comparti". L'esecutivo dei tecnici, insomma, garantisce di non aumentare ulteriormente la pressione fiscale per attuare la legge delega sul fisco, ma vaporizza la speranza di chi attendeva un fondo taglia-imposte da finanziare con i proventi dalla lotta all'evasione.
__________________
E' necessità et non si può far di manco
Rispondi citando
  #38  
Vecchio 19-04-2012, 14.23.31
L'avatar di aristide
aristide aristide non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 23-06-2008
Residenza: Livorno
Messaggi: 1,490
aristide aggiunge speranza alla carità verso di noi
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

C'è un modo per superare la crisi economica mondiale, ed è esattamente il modo opposto allo statalismo del governo di Mario Monti e della sua banda di tecnocrati.
Un tempo la Svezia era famosa per il suo socialismo di stato, per lo statalismo assistenzialista che andava di pari passo con una tassazione che impoveriva il privato e le famiglie. Ma la Svezia, contrariamente all'Italia ha abbandonato il modello di stato assistenzialista, tassarolo e sprecone..... e si salva dalla crisi. Per aiutare l'economia a risollevarsi non c'è che un metodo: abbassare le tasse. Cioè fare l'esatto contrario di quello che sta facendo il governo italiano dei professori della Bocconi e dei banchieri. Sul tema è interessante questo articolo:
http://www.tempi.it/il-nerd-che-ha-f...sando-le-tasse
__________________
E' necessità et non si può far di manco
Rispondi citando
  #39  
Vecchio 23-04-2012, 16.07.59
bose52 bose52 non è connesso
Partecipante
 
Data registrazione: 18-01-2012
Messaggi: 27
bose52 è sulla strada della carità fraterna
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Scusate ma : aliquota unica al 27/30% per tutti i tipi di rendita sia essa da lavoro dipendente, autonomo, professionale, d'impresa (dividendi), finanziaria etc.
Cassazione del "sostituto d'imposta" ; stipendi al lordo con obbligo di dichiarazione per i redditi over € 15.ooo, possibilità di detrazioni secondo un "paniere" ben identificato di voci (casa, scuola,sanità,mobilità etc.) sino al concorso del 35/40% del reddito lordo imponibile dichiarato. Abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e all'editoria, allo sport professionale, selezione accurata delle assegnazioni per la cultura e lo spettacolo (basta con finanziamenti a qualsiasi saltimbanco si possa piccare di essere regista o gallerista o altro ancora), privatizzazione di tutte le aziende pubbliche, ad eccezione aziende ospedaliere territoriali, spese e costi della magistratura inquirente posti sotto osservazione e comunque calmierate con conseguente e vincolante valutazione dei risultati ottenuti da ogni singola Procura, anche in relazione ai costi sostenuti per l'attività svolta.Richiesta ingiuntiva di restituzione dei fondi elargiti alle aziende sotto forma di CIG all'atto, verificato, del ritorno in utile dei conti dell'azienda stessa, decurtazione del 50% degli stipendi a parlamentari, amministratori pubblici di ogni ordine e grado (tanto fanno tutti altre attività che portano loro reddito),nessun stipendio a sindaci, assessori, consiglieri comunali nei comuni con meno di 5000 abitanti, riduzione del 30% degli stipendi dei dirigenti ministeriali, dei vari enti statali, regionali, provinciali, comunali etc. etc., stipendi ridotti 50% (ai quali però aggiungere eventuali bonus/risultati) ai managers delle imprese pubbliche Certo, mi rendo conto che significherebbe la fine dei CAAF, un ribaltone della Triplice (oggi oramai quadruplice o quintuplice non si capisce piu' molto), l'inizio di una vita lavorativa per i politici di professione (dovrebbero darsi da fare per trovare sostenitori dei loro partiti, magari convincendo le persone a sottoscrivere il 5/mille a loro favore anziché a favore delle molte Onlus Benemerite), una scossa ad alto voltaggio per chi se ne stà da anni sprofondato in una comoda poltrona senza curarsi di produrre risultati apprezzabili, tanto si becca centinaia di migliaia di euro a prescindere. E poi chiudere il vergognoso capitolo dei "pensionati d'oro" (o di platino), persone che si prendono tre,quattro magari cinque pensioni a 4 o 5 zeri . Suvvia, questa é una vera indecenza nel momento in cui si chiede, a causa del buco previdenziale, a cittadini che hanno 30 e piu' anni di lavoro sulle spalle,di andare a lavorare in fabbrica fino a 67 anni. Per non parlare delle centinaia di migliaia di cittadini che si pensa possano vivere (non sopravvivere, trattandosi di esseri umani nostri compatrioti) con 500 € al mese. Utopia ? Forse, ma sarebbe la fine dello "stato gabelliere pigliatutto" ai danni dei soliti noti e l'inizio di una nuova era di equità (non eguaglianza, nella quale non credo) sociale.
Rispondi citando
  #40  
Vecchio 24-04-2012, 11.51.32
mammadidario mammadidario non è connesso
Amministratore
 
Data registrazione: 16-10-2007
Residenza: Milano
Messaggi: 1,000
mammadidario è sulla strada della carità fraterna
Predefinito Riferimento: detraiamo tutto dalle tasse

Citazione:
Originalmente inviato da bose52 Visualizza messaggio
Scusate ma : aliquota unica al 27/30% ...
Scusami tu, ma tutta questa serie di interventi tecnici che suggerisci e a cui faccio fatica a star dietro, nel caso migliore cosa faranno?

Toglieranno qualcosa a qualcuno e redistribuiranno qualcosa del poco che già c'è. Non creeranno ricchezza, però.
Ridaranno un pochino di fiato a sessanta milioni di schiavi dell'Europa, perché possano continuare a pagare il prezzo altissimo che già pagano per stare in un carrozzone che non hanno votato, che li giugula e li sbeffeggia.

Non sono gli interventi tecnici che rimettono in vita un'economia morta e putrefatta e una società decaduta, ma le idee. La creatività dell'uomo. Per questo il Papa e i Vescovi stanno insistendo sul fatto che la crisi non è un fatto solo economico, e che va rimessa al centro la dignità umana.

Se qui non iniziamo a ragionare su: qualità della vita, indice di soddisfazione del cittadino, etica dello stato sociale, importanza dell'uomo rispetto alle cifre, non riusciremo ad uscirne.
__________________
Sara
Rispondi citando
Rispondi

Tags
detrazioni, evasore, fiscale, tasse

Strumenti discussione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi threads
Tu non puoi inserire risposte
Tu non puoi inserire allegati
Tu non puoi editare i tuoi posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 16.08.21.

Come aiutare totustuus.it: | Documenti di tutti i Concili | Denzinger | Tutte le Encicliche | Amici di Joseph Ratzinger | San Josemaria Escrivà | Card. Caffarra | Pagine cattoliche | Tutta un'altra storia | Contro la leggenda nera | Difendere la vita | Rino Cammilleri | Libertà di educazione | Eugenio Corti | P. Thomas Tyn O.P. | P. Cornelio Fabro | Per una politica dei valori | Campus Virtuale di teologia | Fatti Sentire! | Vittorio Messori | Haerent animo | Flos Carmeli | Amici di don Giussani | Storia, politica, educazione | Scambio banner per siti cattolici | Feeds, Rss, Xml | I forum di Totus tuus | Tutti i libri scaricabili gratuitamente

Powered by vBulletin versione 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vbulletin.it
Nessun diritto riservato, riproduzione raccomandata anche senza citare la fonte.